Matteo Renzi nei panni di Supereroe, con gli altri leader del G7? Sembra una piaggeria ma è l'auspicio fiducioso di Save the Children e della rete di organizzazioni non governative giapponesi legate ai temi della sanità, tradotto in personaggi da fumetto dal graphic artist Ben Kreta. Il vertice in corso a Ise-Shima, dicono, è una opportunità unica per tutti i leader del G7 di diventare Supereroi della Copertura Sanitaria Universale (UHC – Universal Health Coverage), affinche' nel mondo tutti abbiano accesso alle cure mediche fondamentali senza essere sospinti nella povertà e nell'indigenza dai costi relativi. Le Ong chiedono quindi al G7 – il primo che si tiene dopo l'adozione della 2030 Agenda/Sustainable Development Goals (SDCs) da parte dell'Assemblea generale dell’Onu nel settembre 2015 – di accelerare le azioni di sostegno all'UHC. Al centro stampa nel palazzetto dello sport Sun Arena di Ise sono molte le Ong che cercano di far sentire la loro voce. «Chiediamo al G7 di investire negli obiettivi dello sviluppo sostenibile e in particolare a Renzi di continuare il rilancio della cooperazione italiana - dice ad esempio Luca De Fraia, segretario di ActionAid Italia -. Il premier ha messo più risorse nella cooperazione allo sviluppo. C'è stato un vertice Italia-Africa nei giorni scorsi a Roma. Su queste premesse si può costruire l'anno prossimo un vero buon summit G7 in Italia che affronti i nodi dello sviluppo, della cooperazione e anche dei rifugiati».