Prato (askanews) - "L'immagine del No alle olimpiadi mi colpisce perché è una straordinaria metafora di cosa sia l'Italia del No. La scelta di dire No alle Olimpiadi perchè non è possibile sconfiggere la corruzione è un'ammissione di incapacità. Se hai davanti 8 anni, se hai un minimo di autorevolezza e credibilità, tu i ladri li cacci, se dici no e hai paura ti fermi subito. Se preferisci non metterci la faccia hai sbagliato mestiere". Lo ha detto il premier Matteo Renzi, parlando al Teatro Metastasio di Prato, a proposito della decisione della sindaca di Roma Virginia Raggi di dire no alle Olimpiadi nella Capitale.

"All'Expo è accaduto che tanti hanno detto che bella l'Italia che ce la fa, alle Olimpiadi invece cosa succede: i soldi delle Olimpiadi li puoi mettere nelle periferie di Roma se fai le Olimpiadi sennò quei soldi vanno nelle periferie di Parigi e Los Angeles. Mi piange il cuore per i posti di lavoro persi a Roma, per le periferie di Roma".