Roma, (askanews) - "Noi abbiamo fatto la nostra parte sugli hotspot, ma non è stata fatta la stessa parte dagli altri Paesi sulla re-location e sui rimpatri. Ho proposto al presidente Juncker che ci sia sempre di più una iniziativa europea sui rimpatri, insieme: non solo come singoli Paesi. Sulla gestione dei rifugiati l'Europa non può voltarsi dall'altra parte". Lo ha detto Matteo Renzi durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi al termine del colloquio con il presidente della commissione Ue, Jean Claude Juncker, polemizzando con "alcuni capi di Stato europei"."So perfettamente l'attenzione personale del presidente Juncker - ha aggiunto Renzi - mi auguro possa vincere la sfida con alcuni capi di governo che non hanno uguale sensibilità. Non possiamo immaginare che ci sia una solidarietà monodirezionale: non è che la gente è solidale solo quando c'è da prendere i soldi europei e smette di essere solidale sui migranti. O si è solidali sempre, o non si è solidali mai".