Roma, (askanews) - Nel 2015 gli italiani pagano 18 miliardi di tasse in meno. Nel Documento di Economia e Finanza non ci sono tagli e non ci sono aumenti delle tasse. Capisco che non ci siate abituati ma è così: da quando sono al governo riduzione costante delle tasse". Lo ha ribadito il premier Matteo Renzi, in conferenza stampa dopo l'esame preliminare del Def. Nel Def esaminato oggi nel Cdm "non c'è una riduzione delle tasse" ma "la discussione su eventuali ulteriori tagli delle tasse proseguirà con la legge di stabilità: se riusciremo le ridurremo ancora nel 2016".