Roma, (askanews) - La nomina di Filippo Grandi alla guida dell'Alto Commissariato Onu per i rifugiati "credo sia una nomina molto importante e una scelta molto saggia da parte del segretario generale Ban Ki-moon: sceglie un professionista molto apprezzato e conosciuto nel mondo onusiano, ma anche molto competente in materia di immigrazione e rifugiati. Per l'Italia naturalmente è una grande gioia, un riconoscimento dopo tanto tempo della posizione di primario livello dentro la grande famiglia delle Nazioni Unite".Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio Matteo Renzi, a margine dei lavori del vertice Ue-Africa sull'immigrazione in corso a La Valletta."Per noi naturalmente è un riconoscimento del lavoro di Grandi, che ho sentito ieri e al quale ho fatto un in bocca al lupo dal cuore, è un riconoscimento da parte del segretario generale che ha potuto apprezzare il lavoro anche del nostro Paese in questi mesi su questo tema, ed è anche una responsabilità, perché il fatto di avere molto proposte sui tavoli internazionali e un crescente ruolo in queste partite ti porta anche ad avere più responsabiità", ha riconosciuto il premier.Dunque "orgoglio per l'Italia ma anche più responsabilità, e grande soddisfazione per Grandi che ha tutte le caratteristiche professionali per svolgere al meglio questo compito. Ho scambiato qualche parola con il suo predecessore, lascia l'Alto commissariato in ottime mani".