Roma (askanews) - "Il Consiglio Ue dovrà affrontare anche la questione della crescita. Il fiscal compact e le sue declinazioni hanno comportato a mio giudizio un danno alla direzione politica ed economica dell'Europa, non dell'Italia. Anche dell'Italia, ma di tutta l'Europa. Cambiare questa direzione "richiede determinazione, energia e tenacia". Lo ha detto il premier Matteo Renzi, parlando alla Camera alla vigilia del Consiglio Ue.Per ora, ha sottolineato il premier, "sfruttando il semestre di presidenza italiano siamo riusciti ad affermare un principio di flessibilità che è una delle colonne su cui poggia l'accordo per l'elezione di Juncker: investimenti e flessibilità. Questo ha portato tre gruppi a votare Juncker, tutti e tre decisivi, perchè Pse, Ppe e Alde non avrebbero avuto la forza per eleggere un presidente".