Roma, 29 gen. (askanews) - "Non ho cambiato idea sulla flessibilità, spero non lo abbia fatto neanche Jean Claude Juncker. C'è una discussione tra di noi, che credo sia legittima. Abbiamo sulla politica economica non sempre la stessa posizione": lo ha affermato il presidente del Consiglio, rispondendo a una domanda di un giornalista in conferenza stampa con Angela Merkel a Berlino. "Nessuno ha dubbi sul fatto che il debito in Italia debba scendere - ha proseguito Renzi - Il debito italiano è un debito per molti aspetti sostenibile, un debito che ha una grande presenza di risparmi privati, grande il doppio rispetto al debito pubblico, ha caratteristiche che non creano preoccupazione. Ma noi siamo i primi a dire che dobbiamo far scendere il debito. Non lo dico per fare un piacere ad Angela, ma lo dico per i miei figli, ai miei nipoti. Il debito in Italia inizia a scendere rispetto al Pil perché abbiamo preso un impegno con gli italiani, non perché è una richiesta europea", ha concluso.