Roma, (askanews) - Prima visita da presidente del Consiglio alla Casa Bianca per Matteo Renzi. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, lo ha accolto nello studio ovale e ha anche salutato i giornalisti italiani con un "buongiorno".Barack Obama ha dedicato un caloroso omaggio alle doti di Renzi, lodando anche l'impegno dell'Italia su tutti i teatri internazionali, incluso l'Afghanistan dove il presidente del Consiglio ha confermato la presenza di istruttori italiani, desiderata da Washington: mesi in più rispetto a quanto previsto, ha ammesso il premier.Nel lungo bilaterale i due hanno parlato anche di Europa, di crisi economica, della questione - strategica per l'Italia - della stabilità in Libia e di sanzioni all'Iran.Obama nella conferenza stampa congiunta ha ricordato come già da sindaco di Firenze Renzi gli avesse dimostrato di avere "energia e visione" per il futuro. Un vero e proprio endorsement quello di Obama a Renzi, tra complimenti per le riforme, per l'organizzazione dell'Expo e per il suo ruolo anche in Europa."Ha la possibilità di fare molto, di cambiare lo status quo, di essere un leader in Italia e Europa".Renzi ha ringraziato Obama per il suo ruolo nella politica estera internazionale. Si è detto fiducioso ma anche preoccupato per la situazione economica della Grecia, ribadendo però che l'austerità non basta e l'Europa deve scommettere sulla crescita.