Roma, (askanews) - Matteo Renzi pubblica un video messaggio sullo scandalo di Roma, per dire ai cittadini che il vento è cambiato e per presentare un pacchetto anti corruzione: "Saranno i giudici dire se si tratta un reato mafioso o più banalmente, si fa per dire, un atto di corruzione. Io però ho da prendere un impegno con i cittadini: fare di tutto perché finalmente in Italia chi ruba paghi, fino all'ultimo centesimo, paghi fino all'ultimo giorno".E' una questione prima di tutto di cultura e non solo di norme, dice il premier, e però anche le leggi devono esserci. Per quanto annuncia un pacchetto dice, di "quattro piccole grandi misure", l'innalzamento della "pena minima da quattro a sei anni, sempliciazione della confisca dei beni. restituzione del maltolto, allungamento del periodo di prescrizione per i reati di corruzione. Piccole cose le chiama il premier ma significative: "Anche da queste cose faremo capire che non basta essere indignati per qualche ora. 'Ho visto un'indagine, che schifo, son tutti uguali'. No, non sono tutti uguali; c'è chi ruba e chi è serio. E io annuncio con grande determinazione che l'italia del nostro governo è l'Italia che non guarda in faccia a nessuno e non fa sconti a nessuno".