Catania, (askanews) - Il presidente del Consiglio Matteo Renzi contestato a Catania. Una cinquantina di persone lo hanno atteso in piazza Duomo davanti alla sede del Comune con striscioni e slogan contro di lui e il Jobs act. E al suo arrivo, lo hanno accolto urlandogli "Vergogna. Basta passerelle a Catania. Catania è assenza di case, disoccupazione e precarietà". Durante la protesta sono stati sparati anche alcuni fumogeni.Renzi, in Comune ha incontrato il sindaco Enzo Bianco e 27 sindaci della provincia e sull'atteggiamento di contestazione nei confronti del governo ha risposto: "Si stancheranno prima loro di noi. Noi non ci stanchiamo di stare in mezzo alle comunità locali".Poco prima il presidente del Consiglio aveva visitato tre aziende, tra cui la 3 Sun, produttrice di pannelli fotovoltaici, dove aveva detto:"Qualcuno ci vorrebbe chiusi nei palazzi, ma io giro come una trottola in Italia perché vedo che ci sono tanti problemi ma ci sono anche tante eccellenze come questa che ci invidia tutto il mondo. I pannelli di questa azienda sono i migliori del mondo, migliori di quelli cinesi e giapponesi perché sono realizzati con la tecnologia più avanzata".