Roma (askanews) - "Sulla legge elettorale siamo partiti da un modello che assegnasse una maggioranza alvincitore. Bruciati dalle incertezze del 2013, una legge elettorale che non ha permesso alla coalizione arrivata prima il diritto di formare un governo". Lo ha detto Matteo Renzi alla direzione del Pd a proposito della riforma della legge elettorale. "Il punto centrale è: diamo a chi vince la responsabilità di poter governare, tentiamo di offrire un modello in cui la politica che decide è quella che i cittadini scelgono. Sostenere che in democrazia non vi debba essere chi decide è pericoloso, un concetto anarchico più che democratico", ha concluso.