Pechino, (TMNews) - Metafora in chiave Mondiali di calcio per l'Italia dal presidente del Consiglio Matteo Renzi a Pechino. Parlando in ambasciata agli imprenditori italiani, Renzi ha detto che il suo calciatore preferito è Cesare Prandelli, "perché ci vuole un allenatore più che un giocatore; noi abbiamo straordinarie offerte dal punto di vista economico e culturale, ci manca talvolta la capacità di fare gioco di squadra. Questo lo dobbiamo fare noi, da Palazzo Chigi, le ambasciate, i consolati, ma consapevoli che se si vince, si vince insieme".