Mosca (askanews) - Un mazzo di garofani rosa per Boris Nemtsov. Il premier Matteo Renzi ha inaugurato la sua visita a Mosca rendendo omaggio al politico d'opposizione ucciso, deponendo dei fiori decorati con una coccarda tricolore sul ponte dell'omicidio. Un gesto che ha aperto una giornata intensa per il premier con al centro temi complessi a partire dalla Libia e dall'Ucraina, questione quest'ultima subito affrontata nel primo incontro istituzionale della giornata col premier Dmitri Medvedev. "Un quadro internazionale complicato e difficile ma nel quale sappiamo che non esiste alternativa alla soluzione politica e diplomatica".L'importanza della via diplomatica era stata ribadita dal premier italiano anche il giorno prima nel colloquio col presidente ucraino Poroshenko. "Siamo in un momento in cui tutti noi vogliamo il rispetto dell'indipendenza e della sovranità dell'Ucraina siamo totalmente impegnati affinchè torni la pace in questo pezzo straordinario della nostra Europa".