Milano (TMNews) - Botta e risposta all'interno della direzione nazionale del Pd tra il segretario Matteo Renzi e il presidente del Consiglio Enrico Letta. Il tema del rimpasto, ha detto il sindaco di Firenze, lo deve valutare il premier, ma sia chiaro che se il governo ha avuto dei problemi in queste settimane la colpa non è del Pd che è sempre stato leale: "Se il presidente del consiglio dei ministri ritiene che le cose vadano bene come stanno andando, che vada avanti - dice Renzi - Se il presidente del consiglio dei ministri ritiene che ci siano dei cambiamenti, delle modifiche da apporre, affronti il problema nelle sedi politiche e istituzionali, indichi quali, e giochiamo a carte scoperte"."Tutto voglio tranne che galleggiare" ha replicato il capo dell'esecutivo secondo il quale comunque le riforme vanno fatte a "passo di corsa", sia quella della legge elettorale sia quelle costituzionali. Il miglior modo, ha concluso dando su questo ragione a Renzi, per rispondere alle proteste sempre più rumorose del Movimento 5 stelle.