Napoli (askanews) - Non è stata proprio una "calda accoglienza" quella riservata a Napoli da un gruppo di manifestanti alla presentazione della lista per le Regionali "Noi con Salvini" che fa capo al leader della Lega Nord.Questa volta il numero uno del Carroccio - che nell'ultima occasione era stato accolto piuttosto male a Napoli- non c'era ma questo non ha fermato i suoi contestatori che hanno lanciato uova, scandito slogan antifascisti e innalzato striscioni con su scritto "Voi con Salvini noi con Partenope".Al posto di Salvini, a fronteggiare gli insulti c'era il senatore Raffaele Volpi, coordinatore per il Sud del movimento."La Lega Nord rappresenta sicuramente le istanze del Nord - ha detto, parlando con i giornalisti - ci sarà un partito che è questo che rappresenta le istanze del Sud, credo che in questo momento ci siano delle istanze comuni che forse è meglio combattere insieme".A chi gli chiedeva conto delle frasi contro i napoletani e il Sud pronunciate in passato dai leghisti, Volpi ha risposto "Noi abbiamo chiesto già scusa, occupatevi di come De Magistris ha ridotto la città". Così, invece, sul programma della nuova compagine: "Bisogna cominciare come stiamo facendo noi ad ascoltare le persone, sarebbe ora di cambiare la politica dei soliti tavoli e provare ad ascoltare la gente. Può darsi che sbaglieremo la nostra proposta ma sarà la gente a decidere se reiterare il voto ai soliti noti o provare a cambiare qualche cosa".