Reggio Calabria, (TMNews) - 24 chili di tritolo divisi in 121 panetti rimasti per più di 70 anni nella stiva di una nave affondata durante la Seconda guerra mondiale. Li hanno trovati i sommozzatori della Marina militare in forza al comando subacquei incursori di La Spezia nel tratto di mare davanti a Saline di Montebello Ionico, Reggio Calabria, durante l'ispezione sul relitto della Laura C, affondata il 3 luglio 1941. Il tritolo recuperato è stato sequestrato dalla polizia e poi affidato in custodia al Nucleo artificieri antisabotaggio per gli accertamenti tecnico-scientifici.Ciascun panetto, del peso di 200 grammi circa, ha un foro centrale circolare di predisposizione per l'eventuale innesco. Il recupero è stato particolarmente difficile perchè la nave si trova a 47 metri di profondità. Il mercantile fu colpito mentre era diretto a Tripoli per trasportare merci varie e materiale per uso bellico, tra cui munizioni ed esplosivi, destinato alle truppe italiane dislocate in Africa settentrionale.