È partita la corsa per richiedere il Reddito di Inclusione (ReI), la nuova misura nazionale di contrasto alla povertà, rivolta alle famiglie in difficoltà. Le domande si possono presentare ai Comuni dal primo dicembre, ma da giorni le sedi dei Centri di assistenza fiscale (Caf) di tutta Italia sono prese d'assalto dai cittadini per avere informazioni sui requisiti e aiuto il rilascio da parte dell'Inps dell'Isee, indispensabile per completare la domanda di ReI. “Focus24” fa il punto sulla situazione con Massimo Bagnoli, coordinatore della Consulta nazionale dei Caf.