Palermo (askanews) - E' stato recuperato nel mare dell'Addaura, a Palermo, il corpo del ragazzo marocchino di 18 anni che tre giorni fa si era tuffato per fare un bagno nello specchio d'acqua antistante la costa palermitana. Per tre giorni sommozzatori e Capitaneria di porto avevano passato al setaccio la costa, ma di Mounir Chouaib, non vi era traccia. Il cadavere è stato trovato poco distante dal luogo del tuffo, incastrato sotto gli scogli a una profondità di circa 2 metri, in un punto molto difficile da raggiungere a causa delle cattive condizioni del mare.Probabilmente entrando in acqua, il giovane si è ferito alla schiena, come confermerebbe il ritrovamento di alcune tracce di sangue sugli scogli, il mare mosso avrebbe fatto tutto il resto, trascinando a fondo il ragazzo.