Roma, (askanews) - Sono 118 le firme di parlamentari italiani di tutti i gruppi politici raccolte per candidare la squadra femminile della Federazione Ciclisti dell'Afghanistan al Nobel per la Pace 2016. Le firme sono state inviate al comitato per il Nobel di Oslo. Un Nobel per la bici ma dal forte valore sociale. Ermete Realacci, deputato del PD e presidente della commissione Ambiente della Camera, è tra i firmatari."La bicicletta è al tempo stesso un mezzo di trasporto sostenibile, e in un momento di allarme smog è difficile non capire che l'uso della bicicletta fa respirare le nostre città, ma è un mezzo di trasporto legato alla libertà e ai diritti. Noi abbiamo scelto di essere al fianco dell'iniziativa del programma di Rai Radiodue Caterpillar per il Nobel alla bicicletta e, potendolo fare come parlamentari, in 118 abbiamo deciso di promuovere la candidatura al Nobel per la Pace 2016 della squadra di ciclismo femminile dell'Afghanistan, sono ragazze coraggiose che andando in bici ci parlano non soltanto della sostenibilità dei trasporti ma anche di libertà, perchè in quel Paese fare questo non è così semplice. E' una maniera per tenere insieme ambiente e diritti, se vogliamo anche una cura omeopatica contro i fatti di colonia perchè i diritti delle donne aiutano a costruire un futuro migliore".