Milano, (askanews) - Gli agenti della Squadra mobile di Milano hanno arrestato due pregiudicati accusati di aver commesso cinque violente rapine nel centro e nell'hinterland di Milano. Come si vede dalle immagini riprese dalle telecamere a circuito chiuso di due farmacie, i presunti criminali 30enni, facevano irruzione nei negozi coperti da caschi integrali e guanti, minacciando impiegati e clienti con un fucile a canne mozze che non esitavano a puntargli in facciaI colpi, oltre a tre farmacie anche una salumeria e una coppia che usciva da un ristorante, sono stati portati a termine tra il 15 dicembre 2014 e il 3 gennaio scorso a bordo di uno scooter rubato. I due sono stati arrestati in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare che gli è stata notificata in carcere dove erano già reclusi per altre rapine commesse tra il 2011 e il 2012.