Firenze (askanews) - E' stato assolto il boss Totò Riina dall'accusa di mandante della strage del Rapido 904. Per il tribunale di Firenze, "non ha commesso il fatto". Il 23 dicembre 1984 un ordigno a bordo del convoglio esplose, uccidendo 16 persone e ferendone 267, all'interno della galleria nei pressi della stazione di Vernio, tra Firenze e Bologna. Il primo processo, del 1989, era finito con la condanna all'ergastolo diPippo Calo, Guido Cercola, Franco D'Agostino, e Friederich Schaudinn. Secondo i pm fiorentini, Riina sarebbe stato il "determinatore" della strage.