Roma, (askanews) - "Questo è il mio primo intervento pubblico come sindaco di Roma ed è per me un onore dedicarlo alla memoria di uno dei più illustri magistrati che si è impegnato nella lotta al terrorismo e che tutt'oggi rappresenta un caposaldo imprescindibile", ha esordito la neo-sindaca Raggi, intervenuta a Montesacro, quartiere di Roma Nord, per ricordare il magistrato ucciso dai Nuclei armati rivoluzionari (Nar) il 23 giugno del 1980.

"Mario Amato nella sua vita indagò a lungo sul terrorismo nero e pochi giorni prima del suo assassinio pronunciò davanti al consiglio superiore della magistratura parole molto significative 'Sto arrivando alla visione di una verità d'assieme coinvolgenti responsabilità ben più gravi di quelle stesse degli esecutori materiali degli atti criminosi'. Aveva capito. Lui aveva capito", ha aggiungo Raggi.