Rho Pero (askanews) - "Per dialogare occorre una identità, solo quelli che hanno una forte identità non hanno paura del dialogo, sono coloro che hanno un'identità debole che temono il dialogo perché perderebbero qul poco di identità. Chi invece sa chi è, da dove viene, dove va, non ha il timore di aprirsi al mondo. Perché l'apertura al mondo non scalfisce l'identità, anzi permette di rafforzarla da confronto con idee, con culture, con tradizioni e storie differenti".Il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo, intervenuto all'inaugurazione del padiglione della Regione Lombardia a Expo, ha parlato di identità e dialogo. Senza dimenticare l'importanza di una vetrina che si apre al mondo."Questo stand dentro Expo - ha aggiunto Cattaneo - ha un po' questo significato: mettere in mostra a tutto il mondo le meraviglie culturali e dell'industriosità e dell'operosità dell'agricoltura lombarda, perché tutti le possano gustare e possano.