Roma, (askanews) - Per Carlo Giovanardi, attualmente senatore del Nuovo Centrodestra, l'elezione di Sergio Mattarella alla presidenza della Repubblica è una soddisfazione e la dimostrazione dell'importanza della DC nella storia italiana passata e presente. "Io da due giorni ho sempre invitato a votare Mattarella, con tutte le riserve sul metodo usato da Renzi, ma il personaggio è indiscutibile. Oltretutto io sono democristiano, ero suo collega parlamentare... A me è venuta voglia di cantare "O bianco fiore, simbolo d'amore" quando è stato eletto. Bisogna prendere atto che nell'applauso corale, io ho applaudito un ex compagno di partito e un cattolico... La sinistra, gli ex comunisti hanno applaudito freneticamente un uomo che viene dalla Democrazia cristiana. Renzi viene dalla Dc... Come non posso essere soddisfatto che persone che vengono dalla nostra cultura e dalla nostra storia siano oggi alla presidenza del Consiglio e della Repubblica? Poi, che con Renzi si debba aprire un confronto franco, questo sì. La mia idea è che noi dobbiamo chiedere una verifica di governo".