Milano (TMNews) - "I magistrati di Milano, che conosco e con cui ho lavorato quando ero capo della Squadra Mobile, e gli investigatori di tutte le forze dell'ordine, sono le persone che ci fanno stare tranquilli perché, come ha detto il sindaco Pisapia, pensare che il giro di denaro di Expo non attraesse gli interessi della criminalità comune (quindi episodi corruttivi) e di quella organizzata, soprattutto l'ndrangheta, sarebbe infantile. Le operazioni fatte, gli arresti eseguiti, stanno a dimostrare che il crimine non passa". E' quanto ha affermato questa mattina il questore di Milano Luigi Savina a margine della presentazione dei dati sulla criminalità in città.Sempre in merito a Expo, Savina, che dirigerà la polizia di Milano anche per tutto il 2015, ha sottolineato che "sul fronte della prevenzione, con numerose interdittive antimafia, c'è stato in questi anni un gran lavoro da parte della Prefettura, al cui tavolo siedono le forze dell'ordine non solo locali ma anche quelle nazionali, gli uffici di polizia più titolati e la Direzione nazionale antimafia, mentre la repressione viene svolta in maniera egregia, come successo ancora una volta ieri, dalla Procura milanese".