PyeongChang (askanews) - La finale della staffetta 3000 metri dello short track femminile alle Olimpiadi invernali di PyeongChang ha regalato all'Italia una medaglia d'argento molto emozionante alle spalle della Corea del Sud, dopo che la giuria ha squalificato due delle quattro squadre in gara, Cina e Canada. Ma per le ragazze della squadra azzurra arrivate a casa Italia senza Arianna Fontana (che sarà in gara anche domani) anche le sudcoreane potevano essere punite.

"A un certo punto abbiamo sperato nell'oro - ha detto Cecilia Maffei - però forse è stato giusto così perché comunque la Corea è una squadra fortissima e se l'è meritato insomma".

"Riguardando il video - ha però aggiunto Martina Valcepina - la Corea aveva creato il casino meno quattro giri, perché si sono agitate che erano indietro, quindi ci stava la squalifica".

"E' così - ha concluso Lucia Peretti - a quattro giri dalla fine è successo tutto il patatrac e un po' è stata anche colpa loro. Poi decidono i giudici, quindi è andata così. E' andata bene lo stesso".