Kiev (TMNews) - Putin sempre più muscolare. Il presidente russo, secondo quanto scrive la stampa tedesca, avrebbe detto espressamente all'ex presidente della Commissione Ue Barroso che, se volesse, potrebbe inviare in 48 ore le sue truppe non solo a Kiev, ma anche nei Paesi baltici, in Polonia e perfino in Romania. Parole che hanno il sapore della Cortina di ferro e che, per esempio, in Polonia arrivano in coincidenza delle commemorazioni del 75esimo anniversario dell'invasione sovietica. I fantasmi della storia, come si dice, raramente trovano pace, anche perché in Ucraina la situazione resta difficile e nella regione di Donetsk si continua a morire. Dall'inizio del conflitto, fanno sapere dall'Onu, i morti sono stati 2900. E le mosse di Mosca delle ultime settimane non contribuiscono alla distensione."La Federazione russa - ha detto il portavoce militare ucraino Andriy Lisenko - continua ad aumentare la propria presenza militare nella Repubblica autonoma di Crimea e a creare gruppi di attacco con obiettivi non chiari".Putin, comunque, non ha intenzione di fermarsi e attacca anche sul tema delle sanzioni occidentali: secondo il Cremlino violerebbero in principi del Wto e della libera concorrenza.