Sochi, (TMNews) - Un nuovo video musicale in stile punk per un nuovo attacco contro Putin. Le Pussy Riot tornano a sfidare il capo del Cremlino con una clip lanciata da Sochi, dove sono in corso le Olimpiadi invernali."Ti insegneranno nei campi di prigionia a piangere e obbedire, Putin vi insegnerà ad amare la madrepatria", cantano Nadia Tolokonnikova e Maria Alyokhina, da due giorni protagoniste delle cronache dalla capitale dei Giochi Olimpici, dove sono state fermate, poi rilasciate, poi ancora picchiate e prese a frustate dalle guardie cosacche, proprio mentre stavano intonando la nuova canzone anti-Cremlino. Tutti episodi successi in questi ultimi giorni e documentati dalle telecamere.Nel video postato su YouTube le due giovani, finite in prigione nel 2012 per una simile performance, realizzata però dentro unacattedrale, rispolverano davanti ai simboli delle Olimpiadi, il look con i passamontagna colorati delle prime ore e delle prime proteste delle Pussy Riot.(IMMAGINI AFP)