Andria (askanews) - In prima fila, alle esequie di 14 delle 23 vittime del tragico incidente ferroviario avvenuto il 12 luglio in Puglia, tra Corato e Andria c'era il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che non ha voluto far mancare il prorio sostegno ai parenti delle persone che hanno perso la vita nella sciagura. Con lui il presidente della Camera Laura Boldrini, il ministro alle Infrastrutture, Graziano Delrio e il governatore della Puglia, Michele Emiliano.

Mattarella ha parlato personalmente con i familiari distrutti dal dolore, assistiti dagli psicologi che hanno provato a consolare madri, padri, sorelle, fratelli e figli fiaccati dalla sofferenza. Al suo arrivo il Capo dello Stato si è avvicinato ai parenti delle vittime a cui ha stretto la mano.