Seul (TMNews) - Proteste a Seul contro le annuali esercitazioni militari congiunte della Corea del Sud e degli Stati Uniti, che simulano un attacco a Pyongyang. Un gruppo di pacifisti è sceso in piazza tra slogan e cartelli per dire no alle simulazioni militari, che si svolgono proprio sullo sfondo delle delicate relazioni tra Sudcorea e Nordcorea.Le azioni militari, anche se in larga parte virtuali grazie all'aiuto dei computer, implicano comunque un coinvolgimento di circa 80mila soldati sudcoreani e americani. Circa 25mila militari statunitensi sono già impiegati nella penisola per tutto l'anno.Le esercitazioni scatenano prevedibilmente anche l'ira di Pyongyang, che le giudica una provocazione in vista di una possibile invasione. Ma nonostante questo clima, Seul e Pyongyang hanno ripreso la strada del negoziato e recentemente hanno deciso la riapertura del sito industriale intercoreano di Kaesong, chiuso da aprile.Immagini: Afp