Pisa, (TMNews) - Andare a scuola per un bambino ricoverato in ospedale per lunghi periodi da oggi è più facile. E' stata presentata a Pisa la versione 2.0 del progetto 'Smart Inclusion' che permette ai bimbi lungodegenti di continuare a partecipare alla vita scolastica collegati a distanza grazie a un tablet, come spiega Vincenzo Raffaelli, responsabile nazionale del progetto."Con un sistema totalmente criptato e quindi assolutamente sicuro con delle app che devono essere scaricate su qualsiasi tipo di tablet e sulla lavagna".Nelle strutture del Santa Chiara ha luogo il test pilota nazionale del progetto che si basa sul cloud computing, e potrà presto essere ampliato perchè basta esclusivamente installare nei reparti dei semplici hot spot wi-fi come spiega Maurizio Santarelli Project Manager di Telecom Italia."Connette il ragazzo con la propria scuola e con la propria famiglia attraverso delle soluzioni di video-comunicazione che vengono attivate dale piccolo paziente".Convinta del progetto smart inclusion 2.0 è Maria Chiara Carrozza. Il Miur, promette, non perderà di vista il progetto