Roma, (askanews) - Novità in arrivo nel campo della Procreazione Medicalmente Assistita. Metodiche d'avanguardia, made in Italy, sono state presentate nel corso di un incontro a Roma dagli esperti del centro Pma di Chianciano Salute, convenzionato con il servizio sanitario nazionale. A partire dalla possibilità di selezionare gli spermatozoi con le caratteristiche migliori per fecondare l'ovulo e modificare naturalmente tutte le fasi della tecnica di procreazione assistita, passando dalla tecnica di procreazione medicalmente assistita alla tecnica di procreazione naturalmente assistita. E' la cosiddetta Icsi bionaturale, ideata dal dottor Alfonso Maria Irollo, direttore responsabile del centro:"La possibilità di utilizzare metodiche quali la nutrigenomica o la farmacogenetica, permette di rendere questa tecnica più naturale, selezionando lo spermatozoo più idoneo per poter fertilizzare e permettendo una stimolazione costruita sulle caratteristiche genetiche della donna e dando maggiore importanza all'embrione e al suo impianto nella cavità uterina", ha detto Irollo.Per Irollo con le nuove tecniche si aumenta la percentuale di gravidanza fino ad arrivare al 45-50%, dando la possibilità di avere una gravidanza anche a donne che provengono da ripetuti insuccessi.Fondamentale poi, guardando alla fecondazione eterologa, il lavoro scientifico in corso verso una sempre maggiore compatibilità genetica fra la donna ricevente e la donatrice. Con le tecniche di Pma eterologa oggi disponibili, il bambino ha caratteristiche fisiche, colore degli occhi o dei capelli il più possibile simili a quelle della madre ricevente. Per il genetista di Chianciano Salute, il dottor Raffaele Aiello, grazie allo studio del profilo genetico delle donatrici abbinato a quello delle riceventi, sarà possibile raggiungere una compatibilità genetica tale che la donna ricevente e futura madre potrà un giorno anche donare le cellule staminali o tessuti al figlio."E'uno degli aspetti psicologici e biologici più importanti, per la donna ricevere un tessuto eterno si correla con la sensazione di figlio non proprio, stiamo cercando di creare le migliori condizioni affinchè questo non avvenga", ha affermato Aiello.