Firenze (TMNews) - La Corte d'Assise d'appello di Firenze ribalta di nuovo la sentenza sul caso dell'omicidio di Meredith Kercher e conferma la decisione di primo grado, aumentando la pena ad Amanda Knox fino a 28 anni e sei mesi di reclusione. A Raffaele Sollecito sono stati inflitti 25 anni di carcere. Completamente stravolta quindi la decisione dei giudici di Perugia nel primo processo d'appello, poi annullato dalla Cassazione. Giulia Bongiorno, legale di Raffaele Sollecito, cui è stato anche vietato l'espatrio, non si dà comunque per vinta. "Quello che mi preme rilevare - ha detto ai cronisti - è che questo non è un verdetto finale, è un passaggio, noi impugneremo".La decisione è arrivata dopo una camera di consiglio durata 12 ore e molti commentatori notano come si sia comunque trattato di un processo indiziario.