New York, (Askanews) - Paura a New York dopo l'annuncio del primo caso di contagio da Ebola. Craig Spencer, 33 anni, residente a Harlem, era tornato da una decina di giorni dalla Guinea dove aveva lavorato per Medici senza Frontiere. Lui stesso ai primi segni di febbre e nausea ha dato l'allarme. E' stato messo in quarantena all'ospedale Bellevue di Manhattan. La sua fidanzata è in isolamento. Spencer aveva girato in metropolitana nei giorni precedenti al ricovero e aveva preso un taxi la sera prima.Il suo appartamento è stato sigillato. Il sindaco di New York, Bill De Blasio, ha dichiarato che non c'è motivo di preoccuparsi, invitando a non cedere alla psicosi e ricordando che il virus si trasmette solo quando il malato è sintomatico e solo con lo scambio di fluidi.Le autorità della metropoli - oltre 8 milioni di abitanti - dicono che New York è pronta ad affrontare ogni eventualità. Siamo preparati ha detto anche il governatore Andrew Cuomo. Ma l'idea di un contagio a Manhattan evoca fantasmi difficili da controllare.(immagini AFP)