Columbia, South Carolina (askanews) - Una raggiante Hillary Clinton annuncia il decollo definitivo della sua campagna per la nomination democratica alle presidenziale Usa 2016. L'ex segretario di Stato di Barack Obama ha nettamente battuto lo sfidante Bernie Sanders nelle primarie democratiche in South Carolina. Una vittoria netta che sembra spianarle la strada al successo anche al SuperTuesday del 1 marzo, tappa cruciale verso l'investitura ufficiale.Dove l'allora senatore Obama l'aveva agevolmente sconfitta alle primarie del 2008, la Clinton ha ottenuto il 73,5% dei voti contro il 26% di Sanders, secondo i risultati quasi definitivi."Domani, questa campagna diventa nazionale", ha lanciato la Clinton, a Columbia, capitale di questo Stato sulla costa atlantica, prima di ringraziare i suoi elettori."Un grandissimo ringraziamento va a tutti voi, da un capo all'altro dello Stato. Vi sono grata perché oggi avete mandato un messaggio forte. In America, quando siamo uniti, non esiste alcun ostacolo che non siamo in grado di superare".Sanders ha riconosciuto la sconfitta. Anche perché la Clinton deve la sua vittoria agli elettori di colore, che costituiscono la base del partito democratico nel Sud degli Stati Uniti e sabato rappresentavano il 60% degli elettori. Qui ha l'ex first lady ha raccolto l'86% delle loro preferenze, secondo gli exit poll, un dato addirittura superiore al 78% ottenuto da Barack Obama nel 2008.(Immagini Afp)