Abuja (askanews) - Il leader dell'opposizione nigeriana Muhammadu Buhari sta registrando un vantaggio di oltre due milioni di voti secondo i primi risultati delle elezioni presidenziali in Nigeria. Ma devono essere ancora scrutinati i risultati nelle regioni tradizionalmente roccaforti del presidente uscente Goodluck Jonathan.I dati registrati riguardano 21 dei 36 Stati del Paese. Al momento Buhari, musulmano e presidente della Nigeria dal 1983 al 1985 come presidente del Consiglio militare supremo, ne ha conquistati 13, mentre il cristiano Jonathan otto. Ma lo spoglio dei voti non comprende ancora i due Stati con il maggior numero di elettori, Lagos e Rivers, e diversi Stati del Sud dove Jonathan dispone di un largo consenso.Buhari è al quarto tentativo presidenziale. Il sostegno di cui gode è dovuto principalmente all'endemica corruzione che devasta lo Stato dell'Africa con il maggior numero di abitanti, oltre 160 milioni, e alla risposta giudicata troppo debole organizzata dal presidente uscente Jonathan nei confronti della feroce rivolta islamista dei Boko Haram che insanguina le regioni nord-orientali del paese da sei anni. Buhari ha costruito il suo attuale vantaggio negli Stati settentrionali dominati dal gruppo etnico musulmano hausa-fulani di cui lo stesso Buhari è membro.Per vincere l'elezione ed evitare il ballottaggio è necessario conquistare la maggioranza e almeno il 25% dei voti in due terzi dei 36 Stati della Federazione.(Immagini Afp)