Brasilia (TMNews) - La presidente uscente del Brasile Dilma Rousseff ha ripreso un leggerissimo vantaggio nei confronti del suo rivale, il candidato social-democratico Aecio Neves, in vista del ballottaggio per le elezioni presidenziali in programma il 26 ottobre. Gli ultimi dati dei sondaggi parlano di un 45,5% delle intenzioni di voto a suo favore rispetto al 44,5% del rappresentante del centro-destra.Di fatto i due candidati si trovano in una situazione di sostanziale parità tecnica, dal momento che il margine di errore è calcolato intorno ai 2,2 punti percentuali.Al primo turno, svoltosi il 5 ottobre, la Rousseff ha ottenuto il 41,59% delle preferenze, Neves il 33,5% e l'ecologista Marina Silva il 21,3%.Al ballottaggio, il candidato social-democraticopotrà beneficiare del voto dei delusi dalla sinistra che avevano votato per Silva la quale ha annunciato il proprio sostegno a Neves, dopo che questi ha fatto proprie alcune parti del suo programma su sviluppo sostenibile e sociale.La battaglia per le presidenziali si annuncia come la più accanita e indecisa dal 1989, vinta da Fernando Collor contro Luiz Lula da Silva, e con un livello di aggressività sconosciuto da decenni.(Immagini Afp)