Rho (askanews) - Ai 20.000 alberi con i quali è stato realizzato il padiglione dell'Austria a Expo, se n'è aggiunto uno. Si tratta dell'abete piantato dal presidente della Repubblica, Heinz Fischer, in occasione della giornata che l'esposizione universale dedica al suo Paese. Un'occasione per celebrare l'importanza dei boschi, anzitutto come fonte di aria fresca, cioè l'alimento numero uno senza il quale sulla Terra non è possibile alcuna forma di vita, ma anche come sistema di climatizzazione naturale."Nel nostro padiglione - ha infatti sottolineato Fischer - i visitatori di Expo possono approfittare dell'effetto rinfrescante" degli alberi. "Milano ha vinto - ha proseguito - e noi ne siamo particolarmente felici".Il sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova, ha poi evidenziato come quello austriaco sia uno dei padiglioni più visitati, oltre che uno dei più originali. "Voglio dire grazie all'Austria per il suo impegno nella realizzazione di un padiglione nazionale di grande richiamo e originalità che si distingue per un approccio sensoriale di grande impatto per i visitatori".Le delegazioni, dopo l'alzabandiere e gli inni nazionali, hanno marciato lungo tutto il Decumano accompagnati dalla banda "Buergermusik Mittersill" seguita dagli ottoni "Blaeserensemble Federspiel". Le celebrazioni continuano con eventi a Milano e culminano nel grande concerto alla Scala dei Wiener Philarmoniker diretti da Mariss Jansons.