Livorno (askanews) - Latte artificiale ai neonati in cambio di viaggi e regali di lusso. Con l'accusa di aver indotto delle neo madri a rinunciare all'allattamento al seno i carabinieri del Nas di Livorno hanno arrestato ai domiciliari per corruzione 12 pediatri, oltre a informatori scientifici e un dirigente d'azienda di alimenti per l'infanzia.Secondo l'indagine coordinata dalla procura di Pisa per aumentare le vendite alcune ditte che commercializzano latte artificiale corrompevano i pediatri, medici di base ma anche primari, con tangenti sottoforma di costosi viaggi e regali di lusso.Un complesso sistema corruttivo che coinvolgeva anche alcune agenzie di viaggio che fatturavano false spese per la partecipazione dei medici a congressi e corsi diaggiornamento anche internazionali. Tramite le agenzie le ditte facevano ottenere un "buono" al singolo professionista che lo utilizzava per pagare viaggi di piacere per sé ed i propri familiari. I carabinieri sono riusciti "a provare un giro di mazzette percentinaia di migliaia di euro".