Padova, (TMNews) - L'isola veneziana di Poveglia è stata venduta a un imprenditore, dopo che un vasto comitato di cittadini aveva raccolto fondi per evitare che il suggestivo atollo lagunare diventasse proprietà privata. I fondi però non sono bastati e l'offerta del Comitato non è risultata vincitrice. Il sostegno all'azione dei cittadini però arriva anche da voci autorevoli,l come quella dell'architetto svizzero Mario Botta, che la definisce un atto creativo."La creatività - ha detto - vi è in ogni momento che l'uomo rivendica delle condizioni di bellezza, di una ricerca, di una migliore qualità di vita".Botta non vuole entrare nel merito di ciò che si potrebbe fare a Poveglia, per il recupero e il rilancio dell'isola, indica però una filosofia di approccio architettonico."Per ripristinare - ha concluso l'archistar - bisogna fare una cosa nuova anche, non si può ripristinare senza modificare. L'idea del restauro porta con sé l'idea della trasformazione".