Milano (askanews) - Gli investigatori della Squadra mobile di Milano hanno arrestato 15 presunti membri della gang "Barrio 18", in maggioranza salvadoregni tra i 21 e i 38 anni, accusati di tentato omicidio, rapina aggravata, lesioni e detenzione armi, tra cui anche machete e pistole. Dodici di loro sono accusati anche associazione per delinquere.Gli episodi contestati alla pandilla, che si ritrovava al Parco Trotter o nei giardinetti di via Sammartini, sono stati commessi tutti a Milano tra il gennaio e l'ottobre dell'anno scorso. Tra gli indagati ci sono anche due italiani, una ragazza accusata di una violenta rapina e un 22enne che nel febbraio 2014 fu vittima di una cruenta aggressione da parte di alcuni rivali affiliati ai Trinitarios. Ora, il giovane, conosciuto con il soprannome di "Gringo", è accusato del tentato omicidio di un membro di un'altra gang, gli "MS13", un 20enne ecuadoriano che nel giugno scorso fu a sua volta arrestato per aver aggredito a colpi di machete due macchinisti delle Ferrovie Nord alla stazione di Villapizzone.