Palermo (askanews) - "Noi fondamentalmente dobbiamo tenere la barra dritta sulle riforme. Le cose che abbiamo detto di voler fare le dobbiamo fare. Quelle che avevamo detto di voler fare sul lavoro le abbiamo fatte. Bisogna avere coerenza, perché i risultati sono un elemento importante. Parliamo di elezioni locali ed hanno delle ragioni specifiche collocabili nel territorio, ma non possiamo sbandare o immaginare di cambiare il nostro impianto perché c'è un dato di discussione aperto come quello indotto dal risultato elettorale". Lo ha detto il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti, commentando da Palermo il risultato delle elezioniamministrative."Io sono molto d'accordo sul fatto che il Governo deve tenere la barra dritta sulle riforme - ha aggiunto Poletti -, anche perché il Paese ha storicamente una esigenza di affidabilità. Se cambiamo troppo rapidamente e sistematicamente gli orientamentinon siamo più affidabili per imprenditori e investitori in Italia, né per imprenditori e investitori a livello internazionale, né per i cittadini. Il governo deve avere la responsabilità di fare ciò che ha dichiarato di fare. Poi, al momento giusto, quando ci saranno le elezioni, i cittadini valuteranno se abbiamo governato bene e prodotto risultati, oppure no. Occorre rigore nei comportamenti e tenacia per fare le cose che servono".