Roma, (askanews) - "C'è stata una richiesta politica di impegno forte in Europa e la risposta politica è stata: sì. Gli accordi saranno bilaterali, ogni nazione per ogni nazione".Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, nel punto stampa congiunto con la tedesca Ursula von der Leyen al Coi (Comando operativo di vertice interforze) a Roma, parlando della difesa comune europea."L'Italia è sempre stata disponibile, ricordo una telefonata di Hollande a Renzi quando in Centrafrica la Francia era rimasta un po' sola, e immediatamente abbiamo mandato un contingente italiano, sanno che possono contare sui loro vicini"."Non nasce una missione europea - ha aggiunto Pinotti -, già c'è la coalizione anti-Isis, ci saranno però paesi non ancora impegnati che daranno il loro supporto. L'Italia già ora sta aumentando i propri contingenti. Valls dice che tale è la carica di odio e volontà di distruggere, che non dobbiamo escludere nulla. E' lo stesso che stiamo facendo noi in Italia. Nella prevenzione non escludiamo alcun pericolo. Certamente dobbiamo essere attenti a non escludere nulla".