Roma, 8 ott. (askanews) - Pino Maniaci, direttore della piccola televisione siciliana Telejato, è probabilmente il giornalista più minacciato d'Italia perchè da più di dieci anni impegnato nella lotta alla mafia. In occasione della Conferenza nazionale delle televisioni locali organizzata dalla rivista Millecanali, abbiamo chiesto a Maniaci qual è, oggi, il ruolo delle emittenti locali nel panorama dell'informazione."Su di noi ormai fanno riferimento televisioni nazionali e giornali - ha detto -. Per informarsi su quel territorio chiedono a noi... Ti do una 'chicca': in questo momento in Sicilia ci sono di nuovo 'Le Iene' e c'è di nuovo un inviato dell''Arena' di Giletti che si stanno occupando di beni sequestrati e di un verminaio a Palermo. Ovviamente il punto di riferimento diventano Telejato e le Tv locali. Ecco, questa è l'importanza delle televisioni locali che forse qualcuno non ha ancora capito: sono l'anima dell'informazione, perchè oggi l'informaizone si nutre semplicemente di agenzie, di copia-incolla e non certo di quelle che sono le realtà del territorio che lo cavalcano e che ogni ogni giorno fanno il proprio dovere, soprattutto di denunciare tutto quello che c'è da denunciare".