Abu Dhabi, (TMNews) - Si passa dai versetti del Corano a un scultura di Cristo che mostra le ferite, dalle miniature dell'arte islamica a Picasso e Magritte. Universale ed eclettico, è il Louvre Abu Dhabi che ha aperto al pubblico con un primo assaggio della collezione permanente che sarà inaugurata ufficialmente nel 2015. Questo "Louvre nella sabbia", progettato da Jean Nouvel, è opera di una collaborazione tra il celebre museo parigino e il ricco emirato arabo che porterà nelle casse francesi circa un miliardo di euro in trenta anni.Le 130 opere dell'esposizione "Nascita di un museo" provengono quasi esclusivamente da collezioni private e non dalle stanze del museo di Rue de Rivoli. "E' senza dubbio il progetto all'estero più importante nel settore culturale - ha dichiarato il ministro francese Aurélie Filppetti - Con il Louvre Abu Dhabi guadagnamo un nuovo punto di contatto tra culture e di dialogo, e quindi di apertura e tolleranza".Un museo quindi a vocazione universale e rappresentativo di diverse culture. Tra le opere da non perdere il "Ritratto di signora" di Picasso, una gouache del 1928, alcune tele Gauguin, Manet, Klee, Mondrian. Ma anche tanti quadri rinascimentali, come La Vergine e il Bambino di Giovanni Bellini, acquisita a Londra nel 2009.(Immagini Afp)