Rawalpindi, (TMNews) - L'ex presidente pachistano Pervez Musharraf è stato formalmente incriminato per l'omicidio della sua rivale l'ex premier Benazir Bhutto, assassinata nel 2007 durante un comizio politico a Rawalpindi. Lo ha annunciato la procura al termine di un'udienza."E' stato accusato di omicidio, complotto criminale per omicidio e favoreggiamento dell'omicidio" di Benazir Bhutto, ha spiegato il procuratore.Musharraf, che ha 70 anni e da aprile si trova agli arresti domiciliari, si è presentato davanti al tribunale antiterrorismo di Islamabad per una udienza a porte chiuse. Salito al potere nel 1999 dopo un golpe militare, Musharraf ha respinto tutte le accuse. "Questo processo ha dei chiari fini politici. Sono innocente e lo proverò", ha detto in aula.A favore dell'accusa la testimonianza del giornalista americano Mark Segal, che aveva intervistato la Bhutto al ritorno del suo esilio nell'ottobre 2007. L'ex premier gli aveva confidato che se le fosse successo qualcosa la responsabilità sarebbe stata di Musharraf.(immagini AFP)