Lima (askanews) - Il riposo è eterno, ma non per tutti. In questo cimitero illegale alle porte della capitale peruviana, Lima, vivono circa 2mila famiglie che condividono i loro quartieri con i morti. I residenti attraversano cripte e lapidi per andare verso la scuola o i negozi; quello che per gli altri è lo storico cimitero di Santa Rosa per loro è semplicemente casa."Non è terrorizzante e nemmeno tetro - spiega Daysi - è un luogo normale. È come avere qualsiasi altro vicino di casa. Solo che questi sono morti, questa è l'unica differenza".L'espansione incontrollata della città ha spinto i più poveri verso i sobborghi, nei dintorni del cimitero ma la sempre crescente necessità di spazio ha portato le persone a costruire le loro baracche anche tra le tombe."È un posto tranquillo - aggiunge Carla - alcuni pensano che i morti rappresentino un problema per noi ma non è così. Anzi... Io ringrazio il proprietario del cimitero perché grazie a lui ho un posto dove vivere".Ufficialmente le tumulazioni non sono più consentite qui, ma gli abitanti più poveri di Lima pagano fino a 10 volte meno per seppellire i loro morti nel cimitero di Santa Rosa e così la popolazione locale continua a crescere, sia sopra che sottoterra.(Immagini Afp)