Marina di Bibbona, (TMNews) - Mentre i giornalisti italiani attendono che Beppe Grillo si conceda alle loro domande, la villa del comico a Marina di Bibbona, nel Livornese, diventa meta di alcuni suoi elettori. C'è chi gli recapita una lettera, e chi come Giuseppina Marciano gli porta una ciambella alle mele."E' una persona speciale perchè dice le cose come stanno. Non mi vergogno a dire che l'ho votato".Giuseppina conobbe Grillo in seguito a un dramma familiare che lei racconta alle telecamere."Mi ha aiutato a stare serena, ad affrontare il problema che ho. La mia 'bimba' - spiega Giuseppina - aveva 35 anni, il 27 luglio 2002 era incinta di tre mesi, in un bicchiere trovò tre tipi di veleno e mi morì tra le braccia dopo ore di agonia". "A Grillo, all'epoca, avevo chiesto se mi faceva andare in tv a raccontare il mio dramma. Lui mi disse: 'ma cosa vai a piangere in televisione, tanto è il tuo problema e così non risolvi niente'. E aveva ragione, non serviva a niente andare a piangere in tv, e mia figlia non me l'avrebbe resa nessuno".