Bologna (askanews) - Per riformare il sistema pensionistico italiano bisogna migliorare le "porcherie fatte dal governo Monti". Lo ha detto il segretario della Fiom, Maurizio Landini, a margine di una conferenza stampa a Bologna, commentando i capisaldi per una riforma del sistema previdenziale presentati alla Camera dal presidente dell'Inps Tito Boeri."Bisogna non agire su ciò che è stato fatto dal governo Monti per peggiorarlo - ha spiegato Landini -. Sulle pensioni è necessario fare una riforma vera per migliorare le porcherie che sono state fatte dal governo Monti". Il segretario della Fiom ha quindi indicato le priorità di una riforma: occorre prima ditutto "abbassare l'età pensionabile" dal momento che il nostro paese è quello che l'ha più alta. "Se oggi la disoccupazione giovanile è aumentata - ha spiegato - è perché è aumentata l'età pensionabile". Quindi "bisogna ripristinare pensioni di anzianità" e "pensare a una riforma vera che sia in grado di superare un sistema puramente contributivo"."Penso - ha aggiunto - che sia necessario, nei prossimi mesi, mettere in campo iniziative serie di mobilitazione del sindacato".