Sono stretti se non del tutto esauriti, gli spazi per ulteriori attenuazioni degli effetti correttivi della legge Fornero. Questo a meno di un ripensamento complessivo del sistema previdenziale. Lo ha scritto la Corte dei Conti nel Rapporto 2018 sul coordinamento della finanza pubblica
La correzione della Fornero è stata brusca
Certamente la correzione imposta dalla legge Fornero è stata brusca, ma è la virulenza della crisi sovrana che l'ha imposta
Le politiche pubbliche influiscono sulla spesa di domani
La Corte dei conti ha ricordato che specie in campo previdenziale, le politiche pubbliche dell'oggi influiscono sulla spesa di domani. Ed è cruciale non creare debito pensionistico aggiuntivo
Le azioni auspicabili
Ora auspicabili azioni per favorire un aumento di natalità e gestire in maniera equilibrata i flussi migratori. Poi stimolare la partecipazione al mondo del lavoro e rafforzare la dotazione di infrastrutture materiali e immateriali